Cosa è lo Yoga Nidra?

 

Lo Yoga Nidra è un potente strumento di rilassamento,meditazione e disintossicazione fisica ed emotiva, è la pratica di Unione (Yoga, appunto) che permette al subconscio e all’inconscio di riemergere attraverso uno stato di consapevolezza meditativa.

 

E lo stato di sonno dinamico in cui mentre il corpo sembra dormire, la coscienza lavora per un profondo risveglio.

Per capire il sistema attraverso cui agisce lo Yoga Nidra è necessario comprende le origini e il metodo che usa. Il sistema dello Yoga del sonno trae le sue origini dalla tradizione tantrica, la caratteristica dello yoga nidra è infatti l’applicazione della rotazione della coscienza corporea, tecnica che prende origine dalla pratica del nyasa tantrico (una pratica rituale in cui attraverso l’utilizzo di mantra e visualizzazioni si procede allo spostamento dell’attenzione della mente su un punto fisico al fine di instillare il risveglio consapevole).

 

Satyananada, attraverso alcune esperienze specifiche della sua vita, intuì che portando il corpo a un profondo e consapevole rilassamento sulle tre principali linee di tensione (muscolare, emotiva e mentale) era possibile attivare uno stato di coscienza ricettiva amplificata in cui la personale consapevolezza esprimeva il suo più grande potenziale curativo e risolutivo.

 

“Attraverso la pratica di Yoga nidra, noi non ci limitiamo a rilassarci, ma ristrutturiamo e riformiamo la nostra intera personalità dall’interno.” Satyananda Saraswati Swami

 

Dunque, la vera conoscenza arriva quando si è completamente liberi dalle tensioni, onde della mente da cui deriva l’errata conoscenza, da cui spesso prendono origine sintomi psicosomatici, tensioni organiche e muscolari croniche.

 

Il metodo dello yoga nidra, riguarda la sistematizzazione della capacità di rilascio delle tensioni. Non ha nulla a che vedere con lo stato ipnotico o auto ipnotico ma procede attraverso il risveglio della personale consapevolezza selettiva somatica e sensoriale, attraverso cui ogni praticante può liberarsi dalle proprie tensioni, consapevoli e subconscie, per accedere allo stato di Unione, cioè Yoga, appunto.

 

“Seguendo le istruzioni della persona che ti sta guidando in nidra è possibile aprire la porta della tua personalità” Satyananda Saraswati

 

Nello Yoga Nidra l’inconscio si manifesta e le tensioni riaffiorano per poi lasciare spazio al risveglio interiore. Il metodo attraverso cui si accede al proprio stato di Coscienza consapevole è estremamente tecnico e ha delle basi neuroscientifiche molto solide

Yoga nidra.

 

Come funziona lo Yoga Nidra

Il procedimento di accesso alla vera coscienza è estremamente preciso e consta di specifici momenti in successione.

 

  1. Introduzione, preparazione e rilassamento fisico.
    Lo yoga nidra si pratica in Savasana, letteralmente posizione del morto. Sdraiato a pancia in su sul tappetino, le gambe distese e le braccia lungo il torso con i palmi delle mani rivolti verso l’alto.
  2. Individuazione del proprio sankalpa Sankalpa
    E' letteralmente tradotto dal sanscrito come “risoluzione”. E’ la tua direzione, il tuo proposito, ciò che vuoi realizzare, la meta a cui vuoi arrivare. Può riguardare qualsiasi aspetto della tua vita: lasciare una abitudine dannosa, dimagrire, indirizzare la tua vita verso un percorso positivo.
  3. Rotazione della coscienza e consapevolezza del respiro
    In questa fase procediamo a una vera e propria azione di cura del tuo corpo fisico. Attraverso la consapevolezza di parti specifiche del tuo corpo attiverai il rilassamento muscolare, articolare e viscerale. In questa fase molti dolori possono risvegliarsi. Prenderai coscienza di contrazioni che erano già presenti ma che il tuo cervello non registrava più perché croniche e subcliniche. Queste tensioni riaffiorano per poi dissolversi.
  4. Risveglio di sensazioni ed emozioni
    Vengono evocate sensazioni ed emozioni opposte (ad esempio caldo/freddo- dolore/piacere) allo scopo di stimolare il tuo sistema nervoso in specifiche funzioni ed acquisire la capacità di “essere testimone” di ciò che prova senza identificarsi con esso. E’ la differenza che c’è tra provare rabbia o definirsi “arrabbiato”. Se riusciamo a essere testimoni della situazione senza identificarti con essa, innesterai un automatismo positivo. Senza confondere se stessi con la sensazione o l’emozione provata, ma ci rendendo capaci di osservarla consapevolmente senza lasciare che possa travolgerti
  5. Visualizzazione
    Nella fase di visualizzazione guidata accederai al tuo subconscio utilizzando il sogno. Attiverai la capacità di creare il sogno in consapevolezza accedendo al simbolismo delle immagini e sciogliendo le tensioni e i traumi ad essi collegati.
  6. Innesto finale del Sankalpa e risveglio
    Prima del risveglio e prima che il corpo si muova, il sankalpa viene richiamato alla coscienza. Nella prima fase seminerai il tuo sankalpa, alla fine come un seme lo innaffierai alla luce della consapevolezza praticata in Yoga nidra.
yoga nidra -  rilassamento profondo

 

Benefici di Yoga Nidra

Lo Yoga Nidra dona diversi benefici: libera delle tensioni più profonde rinforza il sistema immunitario produce una corretta autoregolazione per i disturbi del sonno ed dell’ansia, per i disturbi ansia-mediati dello stomaco e dell’intestino. migliora la qualità del sonno e l’apprendimento migliora la concentrazione e la capacità di gestione dello stress.

Perché lo Yoga Nidra?

Perché rilassamento significa essere beatamente felici senza fine. Perché non devi far altro che stenderti, chiudere gli occhi e lasciarti guidare in questa meravigliosa esperienza con te stesso. Le sessioni possono essere singole o di gruppo secondo le esigenze della persona.

 

Durata sessione di Yoga Nidra

Hanno durata da 30’ a 60’.

Maggiori informazioni sullo Yoga Nidra

Si tengono corsi collettivi contattami per fissare un sessione di prova gratuita o richiedere informazioni.